Alcune cose sorprendenti su come funziona il cervello

1) Siamo più creativi quando siamo stanchi
Se siamo stanchi il cervello è meno in grado di filtrare le distrazioni e concentrarsi su uno specifico compito. Inoltre è meno efficiente nel ricordare connessioni tra idee e concetti.  Questi due aspetti sono entrambi fattori positivi per essere creativi, dato che il cervello ha bisogno di creare nuove connessioni. 
Se siamo meno concentrati abbiamo la possibilità di considerare un maggiore numero di informazioni, e quindi nuove alternative, interpretazioni, favorendo l'innovazione.

creatività stanchezza


2) Lo stress può ridurre le dimensioni del cervello
Lo stress è la mag, una persona fuori di testabrali. È dimostrato che l'ippocampo si riduce di dimensioni se un animale viene posto in uno stato di stress prolungato. 

3) È letteralmente impossibile impegnarsi in due o più attività contemporaneamente (multitasking)
Quando siamo convinti di essere multitasking in realtà ciò che facciamo è un rapido scambio continuo di contesto. In pratica facciamo avanti e indietro tra due compiti. Uno studio francese ha dimostrato che il cervello di soggetti ai quali viene chiesto di impegnarsi in due compiti simultaneamente divide la propria attività dedicando a ciascuna di esse un emisfero. Così i due emisferi lavorano separatamente. Se viene aggiunto un terzo compito uno dei tre verrà semplicemente dimenticato.

multitasking


4) Fare un pisolino migliora le performance cerebrali
In una ricerca si è dimostrato che i soggetti che dormono per 40 minuti dopo aver visto una serie di cartoline illustrate ne ricorderanno in media l'85% al loro risveglio, contro una media del 60% delle persone che non hanno riposato.
Anche questa ricerca conferma il potere di consolidamento della memoria che svolge il pisolino.
Inoltre riposare brevemente rende libere le aree cerebrali nella quali vengono "appoggiate" le informazioni, così da essere in grado di assorbirne delle nuove, una volta sveli.

5) La vista è il senso più utile alla memoria
Se registriamo un'informazione dopo tre giorni ne ricorderemo circa il 10%. Se nell'informazione ci sono figure ne ricorderemo il 65%

6) Essere introversi o estroversi dipende da diversi tipi di connessioni cerebrali
Gli studi mostrano come il cervello di persone definite estroverse differisce da quello di persone definite introverse. Gli estroversi hanno risposte cerebrali più intense quando una scommessa paga. Questa risposta ha a che fare con il sistema dopaminergico, implicato anche nell'apprendimento e nella motivazione. Quindi quando queste persone "riscuotono la vincita" sono motivate a cercare le novità, a prendere rischi e a godere di più di situazioni nuove o sorprendenti. 
Nelle persone introverse ogni situazione ha un processo più lungo per essere assimilata.
Sembra quindi che uno stimolo possa essere processato in maniera diversa da queste due tipologie di persone.

7) Tendiamo a preferire le persone che commettono errori
Questa nostra preferenza è denominata Effetto Pratfall: commettere errori fa sì che le altre persone ci percepiscano come più umane, vicine a loro. Le persone perfette sono "antipatiche" al nostro cervello.

8) L'esercizio fisico riorganizza il cervello e potenzia la volontà
Quando facciamo esercizio il cervello riconosce un momento di stress, rilasciando la proteina BDNF. Questa sostanza ha un effetto protettivo e riparativo per le cellule neuronali legate alla memoria, provocando un reset generale. Ecco perché spesso, dopo l'attività fisica, sentiamo di avere le idee più chiare, e ci sentiamo più felici di conseguenza.

9) Possiamo far scorrere più lentamente il tempo facendo cose nuove.
Ogni volta che facciamo una cosa nuova il cervello deve organizzare le informazioni in modo che abbiano senso per noi. Naturalmente occorre del tempo per fare ciò. È tipica la frase "sembrava di andare al rallentatore" quando si ascolta il racconto di una esperienza minacciosa. Questo avviene perché quando siamo in pericolo siamo molto più attenti e il cervello processa tutte le informazioni in "maniera meticolosa".


riferimenti:
http://www.sott.net/article/273439-Why-we-re-more-creative-when-we-re-tired-and-9-other-surprising-things-about-how-brains-work

Condividi




Google

Trovaci su Google+


torna agli
ultimi articoli

torna
su